ultimissime, twitterando in giro...

    follow me on Twitter

    giovedì 4 dicembre 2008

    Avanti pop

    Chi è invalido al 100% per lavorare deve avere un certificato dell'asl che attesti le residue capacità lavorative. Ho invano cercato di comunicare con l'ufficio del personale che tale certificato non ha scadenza e che quindi per lavorare in sede non me ne serviva uno nuovo, ma non c'è stato verso, e allora lunedì mi sono nuovamente presentata davanti alla commissione medica che però mi ha detto che, come pensavo, il certificato è validissimo. Ho scritto martedì mattina una mail posata, educata e gentile al personale, che non mi ha ad oggi risposto, e non so per quanto potrò continuare ad essere posata, educata e gentile.
    Nel mentre sto veramente male di salute come mai era capitato e sono molto angosciata. Per la salute, soprattutto, e per quella solitudine che sento dentro, benchè circondata da amici meravigliosi, molti dei quali purtroppo lontani. Spesso mi viene da chiedere un miracolo, da piccola credevo, ora non so più... Ma ogni tanto lo chiedo, male non fa, e se c'è veramente qualcuno sopra le nuvole sarebbe ora che si desse una mossa. Capisco che possa essere arrabbiato con chi, in suo nome, si scaglia contro la depenalizzazione dell'omosessualità e la convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità (a causa della mancanza, nel documento, di un divieto esplicito nei confronti dell’aborto), ma spero di non doverci rimettere io.
    Di fronte a questo comportamento inaccettabile del vaticano, meglio le preghiere laiche sentite ieri ai 50 anni dei cantacronache, una serata deliziosa, io miracolosamente stavo bene, sono stata accolta meravigliosamente, e questa è la cosa più importante per me, e ho sentito canti di giustizia, amore, libertà.
    Come questo.

    Tetes de Bois - Primo Maggio - Avanti Pop

    30 commenti:

    1. OPINIONI ED IDEE DIVERSE FANNO GRANDE L'ITALIA.

      RispondiElimina
    2. Condivido e quoto alla Grandeeeeeeee ;-)

      un abbraccio

      RispondiElimina
    3. Io credo che in questo periodo anche Dio sia malato o per dirlo con De André o stanco o troppo lontano...
      Fatti coraggio!

      RispondiElimina
    4. partecipa al dibattito
      ''L'OPPORTUNITA' NEGATA E SOPITA DEI GIOVANI SCRITTORI ESORDIENTI'
      su www.street-book.blogspot.com
      alla voce 'Utenti e Dibattiti'!
      di la tua! ;D

      RispondiElimina
    5. ..sono convinta che quel Qualcuno su dalle nuvole sia orgoglioso della tua straordinaria forza..
      Non mollare Vale..la notte anche se lunga dovrà passare.
      Vale

      RispondiElimina
    6. questo di scontrarsi contro una burocrazia soprattutto causata da incompetenza di molti impiegati della pubblica amminisrazione ( ed io che sono una dipendente della pubblica amministrazione non posso che riconoscere questa pecca terribile)piuttosto che dalle Leggi coinvolge sia i diversamente abili che gli abili in generale. dobbiamo lottare tutti per questo senza rassegnarsi. Un bacio grande

      RispondiElimina
    7. Sono stati gentili quelli della commissione, ma quanti ostacoli deve abbattere una persona che ha già i suoi problemi?
      Ma tu non arrenderti mai. Speriamo che anche la salute migliori, te lo auguro di cuore.
      Stanotte dopo il concerto dei Massimo Volume, ti ho sognata assieme a Cisco, ci facevamo un sacco di foto insieme ed era un bel momento...chissà che un giorno non diventi realtà!
      Un forte abbraccio.
      Rosie

      RispondiElimina
    8. Io ho vissuto la tua stessa esperienza sul lavoro..

      RispondiElimina
    9. Da disabile a disabile. La vita può essere un tunnel, ma guarda laggiù in fondo, c'è una lucina, è piccola ma c'è, tu non fermarti, l'unico modo di raggiungerla è questo, non fermarsi.

      un abbraccio.

      RispondiElimina
    10. Non diró nulla di consolatorio o incoraggiante, non ne hai bisogno: vedo che la strada la trovi benissimo da te...

      Il vero miracolo c'e' giá stato, é quello che senti e come lo esprimi... Gli orrori della vita, come il dolore, la paura e la burocrazia servono a ricordarci che quel qualcuno, lá sopra le nuvole, esiste: ed é cattivo.

      RispondiElimina
    11. bisogna non arrendersi e continuare a insistere e protestare se è necessario

      buon weekend

      RispondiElimina
    12. La chiesa è tornata all'anno 1000.
      Non so in che secolo pensano di vivere.

      RispondiElimina
    13. Dalle tue parole emerge una grande forza, solo il fatto di parlarne così pubblicamente lo è...a presto :)

      RispondiElimina
    14. non gliela dare vinta eh! non mollare. la stupidità altrui dovrà avere una fine!!

      RispondiElimina
    15. Vale,

      sono tremendamente dispiaciuto, pur non conoscendoti per quello che stai passando.
      Non voglio mettere il dito nella piaga,ma, è proprio il caso di dire, dopo il danno di certi uffici, anche la beffa degli sproloqui del vaticano.
      Icredibile, vergognoso, assurdo.

      Mi scuso per la mancanza nel post del mio blog, ma due imprevisti mi hanno impedito di aggiornare il blog.

      Se posso, un grande abbraccio.
      Mattia

      RispondiElimina
    16. io continuo a pensare che se mi dessero la possibilità di fare il telelavoro, lo farei volentieri.
      vedi, per esempio: in questi giorni qui c'è ben poco da fare, il venerdì è un mortorio, io ho approfittato della mia collocazione "appartata" (in un angolo, con il muro dietro e la finestra di lato) per mettermi a leggere. Ma se ci fosse stata la capufficio non avrei potuto: chicchierare si, navigare su internet passi, ma leggersi un libro per combattere la noia non sia mai!
      e io invece mi sono finita Achille piè veloce di Benni :)

      RispondiElimina
    17. posata educata e gentile?
      tu devi essere incazzata sboccata e violenta!
      scusami ma trovo indecente che ti facciano perdere tempo ed energie!
      io non credo ai miracoli ma credo nella vicinanza tra esseri umani, perciò ti abbraccio
      marina

      RispondiElimina
    18. Noto che quando si tratta di inefficienza e lungaggini burocratiche non esiste discriminazione.... Nessuno si salva!
      E' la prima volta che visito il tuo blog, è un vero piacere aver fatto la tua conoscenza.
      saluti
      la volpe

      RispondiElimina
    19. Spero che la questione burocratica si sia risolta e che la salute ti abbia dato almeno una tregua.
      Un abbraccio

      RispondiElimina
    20. queste cose mi fanno inca__are come un belva...
      ma è così difficile oggi trovare persone gentili... e che davanti all'evidenza debbano avere le fette di prosciutto davanti agli occhi...
      io dico che queste sono le cose che fanno piccola l'Italia

      ti auguro un buon fine settimana

      RispondiElimina
    21. E che ci vuoi fare cara...
      Non è sicuramnete la stessa situazione ma anch'io mando spesso e mail che non vengono degnate di una misera risposta e fatico a mantenere la calma.

      Ti auguro di stare meglio e mi raccomando stringi i denti e vai avanti...

      Un abbraccio

      RispondiElimina
    22. ah maledetta burocrazia...e soprattutto tutti coloro che si attaccono alle scemenze per mettere ulteriori impedimenti a chi impedimenti li ha già...bè ti auguro buona fortuna..altro non so che dire..ciau

      RispondiElimina
    23. Credo che la tua "LAICITA'" potrebbe essere "ascoltata" più di molte "nenie".... un pensiero ed una "laica" preghiera li faccio anch'io....
      Un bacio

      RispondiElimina
    24. E' bello potersi aggrappare ad un miracolo, se ci credi, meglio di niente.
      Il mondo degli uffici personale è uguale per tutti, ci lavora gente irresponsabile e senza alcun tatto o interesse per la gente che cerca di contattarli.
      E' un mondo...è un mondo...è un mondo? O_o

      RispondiElimina
    25. che bello che siamo già in periodo festivo prenatale! finalmente un po' di serenità ed un po' di tempo in più per stare con la famiglia...

      ^______________^

      RispondiElimina
    26. Disposto a bruciare le auto di quei cari colleghi dell'ufficio personale...

      RispondiElimina
    27. Non credo negli dèi collettivi, credo che un dio sia qualcosa di personale, molto più in contatto con ciò che quotidianamente ci è vicino che non con santi chiese e crocefissi. Oppure non è così. Forse è più importante ciò che siamo rispetto a ciò in cui crediamo. E una bella incazzatura alle volte porta più miracoli di qualunque preghiera. Ciò che il vaticano pontifica, in realtà è solo l'opinione di una lobby interessata ai membri della quale i certificati non scadono mai. Forza e coraggio.

      RispondiElimina
    28. Certa gente ha la mente fatta a compartimenti stagni.
      Per fortuna, credo che le preghiere non abbiano bisogno di nessun intermediario per giungere a destinazione.
      ps: grazie della visita, ti ho aggiunta al mio feedreader.
      A presto ;)

      RispondiElimina
    29. la spiritualità non è esclusiva dei religiosi. anzi...
      un abbraccio

      RispondiElimina

    "La libertà non è star sopra un albero,
    non è neanche un gesto o un’invenzione,
    la libertà non è uno spazio libero,
    libertà è partecipazione."