ultimissime, twitterando in giro...

    follow me on Twitter

    martedì 27 gennaio 2009

    27 gennaio. Giornata della memoria.

    A Volte (Cisco)
    In questa terra,
    dove tutto è fermo,
    niente più si muove;
    abbiamo visto cosa dure da capire
    e se non riesci a dare un senso
    alle cose che hai vissuto
    la memoria svanirà.
    Qui l'inverno
    è freddo e lungo
    e sembra senza fine
    dove il caldo
    tarda sempre ad arrivare.
    C'hanno preso i nostri sogni
    con i sogni dei nostri padri
    e non ce li daranno più.
    A volte
    La Pioggia Cade fitta e non ci Bagna
    Il Vento Soffia forte e non ci Asciuga
    E il Sole non lo vedi ma sai che c'è.
    E Alla fine
    noi cosa siamo
    solo vecchie piante;
    siamo alberi in un bosco di betulle,
    con le nostre forti braccia
    e le radici ben piantate
    in una terra di dolore.
    E noi
    siamo rimaste sole a ricordare;
    fiere, pronte a testimoniare
    con i nostri grandi cuori
    per i giorni che verranno
    e non dimenticare mai.
    A volte
    La Pioggia Cade fitta e non ci Bagna
    Il Vento Soffia forte e non ci Asciuga
    E il Sole non lo vedi ma sai che c'è.

    10 commenti:

    1. Hai fatto bene a ricordare un evento così triste e vergognoso della storia, serve perchè non si ripeta.

      Un abbraccio

      RispondiElimina
    2. La memoria fa male ma va esercitata!

      Un bacio :*

      RispondiElimina
    3. Il ricordo, talvolta, serve a non sbagliare nuovamente.
      Ti abbraccio.

      RispondiElimina
    4. Brava Stella. Curiosamente oggi è anche l'anniversario del suicidio di Luigi Tenco. Le disgrazie non vanno mai da sole, dicono. L'importante è non dimenticarle, e vivere per evitare che si ripetano.

      RispondiElimina
    5. Non potevi mancare con la tua sensibilità di ricordare questa giornata.

      RispondiElimina
    6. Ogni anno mi domando il perchè la razza umana nella maggior parte dei casi si dimostra non così tanto umana..

      RispondiElimina
    7. La memoria è il nostro compito per fare in modo che la storia non si ripeta.
      Che il ricordo del loro passato serva agli ebrei di Israele affinchè non commettano le stesse colpe...

      RispondiElimina
    8. non riesco a dire niente.. se io che non l'ho vissuto in carne propria mi sento così male, immagino a tutti colore che c'erano allora.. poveri.

      RispondiElimina
    9. anche se fa male, bisogna ricordare..

      RispondiElimina

    "La libertà non è star sopra un albero,
    non è neanche un gesto o un’invenzione,
    la libertà non è uno spazio libero,
    libertà è partecipazione."