ultimissime, twitterando in giro...

    follow me on Twitter

    mercoledì 10 giugno 2009

    Il re è nudo, ma chissenefrega

    Tra mali fisici e tristezze mie ho tempo per pensare ancora che vivo in un paese dove esiste una maggioranza che vota un pluricondannato. Tutti sanno che è un pluricondannato, ma lo continuano a votare.
    Sono fuori moda, forse, ma non lo capisco.
    Un grazie a Gramellini che mi tiene compagnia nelle pause pranzo ricordandomi che per fortuna esiste anche una minoranza che come me non lo capisce. Fa bene saperlo.

    3 commenti:

    1. rappresenta bene il nostro tempo...l'apparenza e non la sostanza

      RispondiElimina
    2. Non solo: lo invidia e spesso lo ammira pure, è questo il punto!

      RispondiElimina

    "La libertà non è star sopra un albero,
    non è neanche un gesto o un’invenzione,
    la libertà non è uno spazio libero,
    libertà è partecipazione."