ultimissime, twitterando in giro...

    follow me on Twitter

    mercoledì 26 luglio 2006

    Quando ho scritto i primi post, non mi ero accorta della possibilità di dare i titoli. Sono stordita, sì. Poi, dato che oltre che stordita sono anche abbastanza maniacale, mi son detta che avevo iniziato così e quindi ormai non potevo cambiare, e comunque la mia amica Sh mi aveva detto che ho uno stile particolare caratterizzato dal fatto che nelle mail non scrivo quasi mai l'oggetto. E' che proprio mi pare una cavolata. Cosa scrivo, "Ciao", "baci", "ultime novita"? naah. Comunque, oggi, il titolo da mettere ce l'avrei: donna sull'orlo di una crisi di nervi. Anzi, neanche sull'orlo, stamattina ce l'ho proprio avuta. Mi sveglio, già di pessimo umore per motivi che poi vi dirò, e il pc dell'ufficio non andava. Dopo 40 minuti di panico, finalmente parte (era poi bloccato), e il lavoro non era arrivato ancora. Attualmente sono in attesa. Attualmente cioè, aspetto un lavoro inutile che non so se e quando arriverà, che mi mandano come contentino e che comunque farò in mezzora. Come vedete sono positiva, stamattina. Stasera doveva esserci un concerto a cui tenevo moltissimo e che è stato annullato. Son di ritorno dall'Emilia. Cosa dire? lunedì a Correggio non mi sono goduta a pieno il concerto di Cisco e dei 5 meravigliosi musici che lo accompagnano, ero un po' pensierosa per mille cose. Cavolo però, bel concerto. Mi si dirà che son di parte, ed è vero, ma questo concerto, "Oltre il ponte", è veramente meraviglioso. Sarà che già dal titolo lo sento mio.. Se davvero verrà replicato a settembre, ve lo consiglio. Andateci. C'è il sito, Ciscovox.it, è molto aggiornato, Cisco e il mitico webmaster Andrea ci stanno dietro. E già che ci siete, Andrea ha avuto il coraggio di mettere una nostra foto sia sul sito di Cisco, sezione Maràja, sia sul suo blog Andrea Di Tella, grazie, son bellissime. Io non ho fatto foto, non ero in vena. Mi sono riscattata ieri, con un bellissimo pranzo nella mia Novellara. Ero serena. Ora di partire, un groppo in gola che non mi ha ancora lasciato, si sarà affezionato alla sottoscritta. Per un po', niente concerti in Emilia, niente chiacchere, niente sentirsi a casa. Un lungo agosto, lungo, lungo.
    Non devo pensarci. Proseguo nel racconto e non mi resta che dirvi che dopo tre calde ore di macchina sono arrivata a casa, ho acceso il pc del lavoro, e con la malinconia addosso ho fatto quel che dovevo e l'ho inviato. Senza spiegare perchè lo mandavo così tardi, non vedo perchè devo farmi scrupoli. Poi, mi son fatta del latte, cena tipica dei piemontesi un po'depressi, e già mi aspettava un bellissimo concerto di Marco Paolini, Mercanti di Liquore e Daniele Silvestri. I Mercanti e Paolini stan portando in giro questo gran spettacolo, Song n.32, ogni volta mi pare più bello. Paolini è un mostro di bravura. Credevo lo tagliassero, invece è durato quasi due ore, racconti, in musica e non, di vita ordinaria e straordinaria operaia, partigiana, comica e tragica. Paolini ad un certo punto ha rimproverato il pubblico, fiacco. Già bisogna essere forti, "sani", grazie per avermelo ricordato. Li saluta un'ovazione e a mezzanotte o quasi, sale sul palco Silvestri. Due orette scarse, gran concerto, che mi ha riportato indietro alla mia adolescenza, quando era il mio mito. Mi son vista quindicenne sdraiata sulla spiaggia, col walkman, ad ascoltare Silvestri e sognare una vita diversa. Non è cambiato quasi nulla, cavolo. La consolazione è che già a 14 anni avevo operato una scelta di campo scegliendo, tra Silvestri e Grignani, Silvestri.
    Non lo lasciavano più finire il buon Daniele, 2-3 bis. Tornando, commentavamo, da vecchi 28enni, che i concerti finiscono sempre più tardi, che non va bene e che comunque quella era stata una gran serata.
    Ora non so bene come conciliare la depressione per il lavoro, la contentezza per due bellissimi concerti, la consapevolezza che non mi sono proprio pentita di aver sorvolato sui Modena che ieri suonavano a Biella (ok, vado domani a Cuneo, ma non credo di aver mai saltato un concerto in regione! i tempi cambiano...), la serenità per aver trovato in Emilia delle persone meravigliose che mi han dato tanto, tanto, tanto, la tristezza e l'angoscia per questo "buco" di agosto (tranne alcuni giorni in compagnia di due grandi amici) e per la preoccupazione di dover trovare a settembre almeno una nuova accompagnatrice (voi, che leggete, conoscete persone in cerca di un
    lavoretto?) per i miei adorati concerti e giretti, che mi sono così indispensabili per andare sempre avanti e colmare un po'dei miei vuoti. Donna sull'orlo di una crisi di nervi, anzi di pianto direi.
    Giuro, ho finito. Mamma, quanto sono prolissa.
    Emilia mia, tu continua ad aspettarmi, va.

    8 commenti:

    1. ehlavaca!!!! che post!!!!
      grazie per la citazione ed il link! :-)
      ci si vede presto spero!!!!

      RispondiElimina
    2. cribbio (libera citazione dal nano pelato ex presidente del consiglio)!!!! mi ero fatto un'idea della disabilità parecchio errata. figurati che pensavo che potesse una condizione di sfavore. invece dal tour de force di concerti al quale ti sottoponi direi che centuplica le forze ^_^.
      provo molta invidia per il concerto dei MCR al quale andrai e al quale non riesco a venire. da Milano ci impiegherei + di 3 ore. il che vorrebbe dire che arriverei a concerto + che iniziato e il mattimo successivo vagherei come uno zombie per l'ufficio. mi piacerebbe mettere giù la scaletta del concerto. tu o qualcuno di coloro che girovagano per il tuo blog l'ha già fatto?

      salu2

      Paddy

      RispondiElimina
    3. A proposito di vecchiaia... i concerti finiscono tardi? E io stamattina ero mezza in coma. Sigh! Per agosto pensa anche a come organizzarci per Savona. E soprattutto a cosa fare, lì a parte il mare non è che ci sia molto.
      Baci!
      Eli

      RispondiElimina
    4. dunque dalla mia memoria squinternata ho tirato fuori: le prime 3 canzoni sono pietà l'è morta, i ribelli della montagna, guardali negli occhi. e mi ricordo anche che le canzoni dei bis sono amandoti, una perfetta excusa, bella ciao e la strada. nel mezzo ci sono 3 canzoni del nuovo album (una dovrebbe intitolarsi "a volte"), viva l'italia (l'ultima prima dei bis), oltre il ponte (la mia preferita), al dievel e clan banlieu. cosa mi dimentico?
      a proposito...ad assistere al concerto c'era il Gabibbo (con tanto di foto con Lavale a provarlo). Ma a me è sembrato di incrociare anche Betty mentre uscivo. Ho preso un abbaglio?

      RispondiElimina
    5. Pensa ai bei concerti Vale!
      Pensa alla forza che ti danno...

      Io e te quando ci vediamo?

      RispondiElimina
    6. Ho sviluppato un piano diabolico. Ho quasi trovato casa a San Martino (frazione di Correggio. ovviamente la stanza degli ospiti sarà sempre a disposizione de Lavale), oggi finirò in CV in modo da poter trovare lavoro in dla basa e poi potrò chiedere a Betty di venire a vivere con me. come potrebbe non innamorarsi? sono pure vaccinato, automunito e militesente...
      unico dubbio:le piaceranno i gatti? perchè non vorrei separarmi dalla mia Jamila...
      ^_^

      RispondiElimina
    7. Paddy, Paddy, questo blog può essere usato come agenzia matrimoniale solo dalla sottoscritta, indi se avete proposte... E poi, non farti illusioni.... in 15 anni di concerti ho trovato solo molti amici!
      la Betty effettivamente è carina.
      GGioia, il 5 a senigallia?

      RispondiElimina

    "La libertà non è star sopra un albero,
    non è neanche un gesto o un’invenzione,
    la libertà non è uno spazio libero,
    libertà è partecipazione."