ultimissime, twitterando in giro...

    follow me on Twitter

    mercoledì 13 agosto 2008

    Agosto è il mese più freddo dell'anno, lo dicono anche i Pertubazione

    Guardami guardami, il tempo è lungo la pazienza è un limite
    non preoccuparti le mie lacrime
    prima d’allora moriranno


    Questa frase di una canzone di Ettore Giuradei al momento è come una fotografia di come sto. E c'è poco altro da aggiungere, anzi nulla, solo appunto la speranza che almeno le lacrime muoiano, che questo agosto che mi pare ancora troppo all'inizio passi in fretta, che il colloquio che farò oggi in un'agenzia interinale non sia completamente inutile come immagino, che in questa Torino desolata io riesca a trovare un vestito degno di una testimone di nozze, che la smettano di cancellare concerti o almeno spuntino fuori altre date (e qui ci starebbe benissimo una parolaccia ma non saprei scegliere la più incisiva), che quel buco nero che mi sento dentro la smetta di attirarmi a sè e che per un po'io dimentichi quello che mi fa troppo male, che almeno su sky diano qualcosa di decente e che.. e che niente, anche perchè domenica, in quel di Frosinone, ho provato a cercare qualche stella cadente, ma invano, quindi.. basta coi desideri, vorrei solo stare meno male. Ho fatto bene ieri sera ad andare in montagna a vedere Giovanni Lindo Ferretti, è stata una serata paradossale, mai avrei immaginato di trovarmi in cima ad un monte in una chiesetta cimiteriale (bellissimo cimitero tra l'altro!) con lui che alternava canzoni dei Csi al Te Deum, accompagnato dal solo violino. E'impazzito sì, ma nessuno può giudicare nessuno e io quest'uomo lo adoro. Non gli ho mai parlato e mi sa che è meglio così!

    6 commenti:

    1. felice che hai trovato qualcosa di emozionante.
      ciao
      andrea
      www.wrong-.splinder.com

      RispondiElimina
    2. Carissima, in effetti agosto in città non è il massimo.Non posso nemmeno consolarti, ma posso farti compagnia, con questo mio scritto.
      Ti dedico una riflessione brevissima, che ho appuntato leggendo un libro, non ricordo quale, e te la dedico:
      LA GENTE CREDE DI INSEGUIRE LE STELLE E FINISCE COME UN PESCE ROSSO IN UNA BOCCIA.
      A me ha fatto riflettere,eppure è una banale riflessione, ma mi è piaciuta un casino.Ciao

      RispondiElimina
    3. Non so se può aiutare a far salire di qualche grado l'umore (con me funziona ma è chiaramente soggettivo...): prova a guardare questo video...troverai un po' di G.L. :Your Kublai Our Imagination

      RispondiElimina
    4. Io posso solo lasciarti la massima che mi accompagna: prima o poi passerà...

      RispondiElimina
    5. Ode alla follia se potesse farci essere come lui...Anch'io adoro Giovanni Lindo...chessenedica di lui...per me rimane un grande artista e una grande persona!

      RispondiElimina

    "La libertà non è star sopra un albero,
    non è neanche un gesto o un’invenzione,
    la libertà non è uno spazio libero,
    libertà è partecipazione."